Eseguiti dai Carabinieri nella notte 22 provvedimenti di ritardato arresto per traffico di droga, spacciavano dalla bergamasca in Valle Camonica

Il fatto

Con l’esecuzione questa notte di 22 provvedimenti di “ritardato arresto”, emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Brescia. I Carabinieri dei Comandi Provinciali di Brescia e Bergamo hanno disarticolato un’organizzazione criminale composta da circa 30 cittadini albanesi e italiani, dediti al traffico di sostanze stupefacenti. Dalla bergamasca e dal parmense venivano veicolate in Valle Camonica, per poi alimentare le locali piazze di spaccio.

L’operazione

Complessivamente l’operazione, iniziata nel novembre dello scorso anno, ha consentito di individuare una “raffineria” della droga nel bergamasco, ed arrestare in flagranza 30 persone. All’interno della struttura sono stati trovati e sequestrati ingenti quantitativi di droga, 100.000 euro in contanti e tre pistole efficienti, con relativo munizionamento, illegalmente detenute. Le ultime sono state ritrovate all’interno dell’intercapedine del garage di una villa che si affaccia sul lago d’Iseo.

 

Leggi anche:  Ventimila euro di abiti in auto: coppia denunciata a Sirmione

TORNA ALLA HOMEPAGE