Tentato furto aggravato due rumeni arrestati nella notte tra domenica e lunedì, hanno inoltre posto resistenza a pubblico ufficiale e sono stati presi dai Carabinieri della Compagnia di Viadana comandata dal capitano Gabriele Schiaffini.

Il furto

Secondo una prima ricostruzione, i due malviventi verso mezzanotte erano intenti ad aprire le portiere delle varie macchine parcheggiate in una delle zone residenziali del paese, via Chopin, quando sono stati notati da un residente che ha provveduto ad avvisare il 112 proprio mentre avevano forzato la serratura di un furgone e stavano cercando di trafugarne qualcosa dall’interno. Tempestivo è stato l’arrivo dei Carabinieri, con ben 3 pattuglie arrivate in un paio di minuti, che hanno sorpreso i ladri ancora intenti nella loro azione delittuosa e che, alla vista dei militari, hanno tentato un’inutile fuga.

Gli arresti

Il primo è stato bloccato poco distante dalle macchine danneggiate, l’altro invece ha tentato una rocambolesca fuga tra le vie cittadine, ma è stato bloccato poco dopo in via Garibaldi e immediatamente immobilizzato. Si tratta di A.B. classe 91 e R. M. classe 1997 entrambi residenti a Viadana. Nelle loro tasche è stata rinvenuta anche una chiave inglese, oggetto utilizzato per forzare le serrature delle macchine. Dopo le formalità di rito i 2 sono stati tradotti presso le loro abitazione agli arresti domiciliari e la mattina seguente presso il Tribunale di Mantova dove sono stati sottoposti a processo per direttissima.

Leggi anche:  Omicidio di Gorlago, giovedì l'udienza preliminare per la morte di Stefania Crotti

I controlli dei carabinieri

“I controlli proseguiranno senza sosta, soprattutto in questo periodo di avvicinamento alle festività natalizie per tenere d’occhio le zone più a rischio, comprese quelle commerciali, dove i malintenzionati possono provare a mettere a segno furti o rapine, approfittando magari dei maggiori incassi del periodo ” fa sapere il Capitano Gabriele Schiaffini “o di abitazioni lasciate incustodite per giorni a causa delle vacanze dei proprietari. Questi arresti sono la dimostrazione che la collaborazione dei cittadini unita alla nostra azione preventiva  attenta, minuziosa e costante sono l’arma vincente per debellare questi tipi di reati, che creano un profondo malessere e disagio alla comunità”. Il comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, colonnello Fabio Federici, esprime il suo vivo apprezzamento per la brillante operazione di servizio e per i  positivi obiettivi conseguiti, finalizzati a contrastare i reati predatori che comportano una drammatica alterazione della percezione della sicurezza da parte dei cittadini.