Tentata rapina a Ghedi, con la scusa del pacco regalo entrano in casa.

La scusa del pacco regalo

Era sabato, un 47enne insieme a dei complici ha suonato a casa di un 40enne, un ghedese affetto da lieve ritardo mentale, mentre i genitori, con cui abita, in quel momento erano assenti.  Annunciando di dover consegnare un regalo per il padre, si sono introdotti in casa. Incredulo il 40enne, dopo un primo momento è riuscito a realizzare cosa stava succedendo.

La colluttazione

Si è messo ad urlare, mentre i complici del malvivente si dileguavano. Si è aggrappato alla gamba del rapinatore che non riusciva a divincolarsi dalla presa, nonostante i diversi pugni inferti al capo della vittima, trascinandolo per le scale fino alla strada. Sono stati quindi i passanti ad allertare il pronto intervento. I carabinieri hanno fermato il rapinatore, mentre un’ambulanza ha trasportato la vittima in ospedale per accertamenti.

L’arresto

I fatti risalgono a sabato, ma è di oggi la conferma dell’arresto da parte del Gip di Brescia. L’accusa a carico di un 47enne modenese, con precedenti reati contro il patrimonio,  è di tentata rapina impropria in abitazione.

Leggi anche:  Cani da ricerca, a Ghedi inaugurata la rotonda in loro onore