Tentano di rubare la collanina a un’anziana: denunciati. Tre persone sono state denunciate a piede libero dai carabinieri di Leno.

Tentato furto ai danni di anziani

La stazione dei carabinieri di Leno ha denunciato a piede libero per tentato furto aggravato in concorso 3 stranieri. I fatti risalgono a ieri, venerdì 12 aprile. Due uomini, un rumeno ed un albanese trentenni e una donna rumena ventenne, mentre transitavano per Robecco d’Oglio (CR) a bordo di una Audi A4, hanno individuato la loro vittima, una ultra ottantenne del paese, intenta a spazzare il pianerottolo fronte strada. La donna è scesa dall’auto insieme al complice rumeno e con mille moine ha cercato di convincere la vittima ad indossare una vestaglia estiva che, a suo avviso, era perfetta per lei e a buon mercato. In realtà l’intento era mettere a segno con la tecnica collaudata dell’abbraccio il furto della collana in oro indossata dall’anziana.  La tecnica consiste nel cercare di inserire la vestaglia dal capo e con gesto repentino sganciare la collana in oro per poi inserirla nell’abito medesimo da togliere con una scusa. La signora si è rifiutata categoricamente di provare l’abito richiamando l’attenzione del nipote; i tre, compreso che il raggiro non stava andando a buon fine, sono risaliti a bordo dell’auto che li attendeva e si sono dati alla fuga in direzione di Pontevico. Il nipote, prontamente, ha invece allertato il 112 descrivendo in modo particolareggiato il veicolo e gli occupanti.

Leggi anche:  Uomo precipitato nel fiume a Palazzolo: è morto

Le indagini e l’alt

La segnalazione passata alla Centrale operativa di Verolanuova ha così fatto scattare il piano di controllo delle principali arterie stradali SS45Bis, SP64 ed SP11, nonché dei caselli autostradali di Pontevico e Manerbio non lasciando scampo ai malviventi che si sono imbatutti nella pattuglia di Leno, posizionata sulla SS45Bis all’altezza di Bassano Bresciano. L’Audi ha tentato la fuga ma, tallonata dalla stazione di Leno ha desistito all’altezza di Bagnolo Mella. I tre sono stati portati in comando e denunciati per tentato furto all’Autorità Giudiziaria cremonese. Le indagini proseguono al fine di accertare se altri anziani siano stati stati vittima del medesimo raggiro.

TORNA ALLA HOMEPAGE