Tentata violenza sessuale ai danni di una bambina, arrestato responsabile

L’adescamento della bambina

Le operazioni della Polizia avevano preso avvio quando il padre della minorenne, di appena 10 anni, aveva denunciato come la figlia fosse stata adescata sulla via di casa. Di ritorno da un’attività ludica, era stata seguita da un uomo fino all’interno del condominio dove abitava. Qui l’uomo l’aveva costringevaprima costretta ad assistere ad un suo atto di autoerotismo, per poi proporle di appartarsi con lui. A questo punto però la minore era riuscita a fuggire e rifugiarsi in casa.

L’indagine e la condanna

La Polizia di Stato, diretta e coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia, nella giornata di ieri ha individuato e arrestato il colpevole della vicenda.  Un uomo italiano, di 53 anni, con l’accusa di tentata violenza sessuale pluriaggravata ai danni di una bambina di 10 anni. Decisiva per le indagini, è stata l’analisi di alcune telecamere individuate sia all’interno dello stabile, che nelle vie adiacenti.

Leggi anche:  Minaccia la moglie e picchia i carabinieri: arrestato

I precedenti dell’uomo

Una volta individuato il pedofilo è stato molto importante il contributo degli investigatori della sezione specializzata della Squadra Mobile. I quali, nel visionare la dinamica, hanno immediatamente riconosciuto l’autore, in quanto già oggetto di indagini condotte negli anni scorsi per fatti analoghi. L’uomo, infatti, era stato scarcerato agli inizi del 2018 dopo aver scontato alcuni anni di carcere per due episodi molto simili risalenti al 2011 e al 2013.

TORNA ALLA HOMEPAGE