La donna, che lavora a Pontoglio, in aula ha deciso di rimettere la querela.

Stalker a processo, ma la vittima in aula lo “assolve”

L’uomo, dopo le parole di alcuni testimoni, ha raccontato la loro storia e anche dei problemi di droga che aveva in quel periodo. “Non mi rendevo conto quando esageravo, il nostro rapporto era malato, ma non finiva mai – ha spiegato al giudice del Tribunale di Brescia – Chiedo scusa”. La donna ha rimesso la querela e il giudice ha dichiarato estinto il reato.

Ulteriori dettagli sul numero di ChiariWeek in edicola da venerdì 15 marzo.

TORNA ALL’HOMEPAGE