I militari della Stazione Carabinieri di Calvisano, nell’ambito di un’attività mirata ad arginare il fenomeno della diffusione dello spaccio stupefacenti, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio due giovani italiani 25enni, noti alle Forze dell’Ordine.

Cosa c’era nel deposito di legname

Nella circostanza, già da qualche giorno prima dell’arresto, i militari avevano rinvenuto all’interno di una dismessa struttura per il deposito di legname, abilmente occultati, quattordici involucri in cellophane, perfettamente confezionati e sigillati, contenenti ciascuno gr. 500 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, per complessivi kg. 7 di droga. Immediatamente veniva predisposto un servizio di osservazione, protrattosi ininterrottamente per qualche giorno, che consentiva ai militari operanti di bloccare i due giovani che, giunti a bordo della loro autovettura, dopo aver effettuato alcuni passaggi ispettivi, entravano all’interno della struttura per prelevare la sostanza stupefacente. Marijuana recuperata e sottoposta a sequestro. Al termine delle formalità di rito, i due giovani sono stati tradotti presso la casa circondariale di Brescia. Arresti convalidati.