L’attenzione dei Carabinieri della Vallecamonica ai fenomeni connessi allo spaccio e all’uso di droga è sempre alta; negli ultimi giorni i militari della Compagnia di Breno hanno predisposto una serie di mirati servizi finalizzati, da un lato, al controllo delle aree più sensibili di Darfo Boario Terme e dall’altro al controllo della circolazione stradale per reprimere i casi di guida in stato di alterazione psicofisica legati all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Gli arresti

Nella tarda serata dell’8 maggio 2019, i Carabinieri della Stazione di Darfo Boario hanno tratto in arresto un pregiudicato 24enne del luogo, che già qualche mese prima era stato trovato in possesso di droga e indagato in stato di libertà. Fermato per un controllo di routine, il giovane è stato tradito dal nervosismo che ha portato i carabinieri a perquisirlo; nella tasca dei pantaloni aveva cinque grammi di marijuana.

La perquisizione si è poi spostata in casa: tra la camera da letto e il garage sono stati recuperati e sottoposti a sequestro due etti di marijuana, quattro bilancini elettronici, più il kit dello spacciatore, costituto da sacchetti e bustine, utilizzate per confezionare le dosi da spacciare al dettaglio.

Leggi anche:  Precipita per cento metri: tragedia sulla Concarena

Dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, l’arrestato è stato presentato davanti al Giudice del Tribunale di Brescia e ha patteggiato una condanna a 1 anno e 9 mesi di reclusione, oltre a quasi cinquemila euro di multa.

——

Un 34enne e a un 23enne, rispettivamente residenti a Esine e a Darfo Boario, fermati per un controllo alla circolazione stradale da parte dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, sono risultati positivi all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Sono stati ambedue indagati in stato di libertà: i Carabinieri hanno ritirato la loro patente di guida ed hanno proceduto al sequestro ai fini di confisca delle auto a bordo delle quali erano stati fermati.

TORNA ALLA HOME