I Carabinieri della Stazione di Trenzano hanno arrestato un 55enne di Lograto nullafacente, pregiudicato, perché resosi responsabile del reato di detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e denunciato in stato di libertà l’anziano padre 84 enne, convivente, per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Spaccio a Lograto

Durante l’attività di controllo del territorio l’attenzione dei militari è stata attirata da una utilitaria, ferma lungo la strada e con a bordo l’uomo, in evidente atteggiamento di attesa e con fare guardingo.

Insospettiti da  segni di ingiustificata irrequietezza i militari hanno sottoposto l’uomo a perquisizione personale e dell’auto.
L’uomo, italiano di 55 anni, aveva con sé due dosi di cocaina. Per questi i Carabinieri hanno esteso la perquisizione anche presso la sua abitazione, operazione che consentiva di rinvenire ulteriori 3 involucri contenenti complessivamente circa 47 grammi di analoga sostanza stupefacente, un bilancino di elettronico di precisione, materiale necessario per il confezionamento delle dosi e denaro in contante pari a euro 260,00, di cui non ha saputo fornire giustificazioni circa il possesso e la provenienza e, quindi, ritenuto provento dell’attività illecita di spaccio.

Aggressione ai militari

Nel corso dell’operazione, l’uomo improvvisamente dava in escandescenza e dopo aver impugnato un coltello da cucina, rivolgendolo all’indirizzo degli operanti, al fine di intimorirli, tentava di fuggire dall’abitazione, ma veniva prontamente bloccato dai Carabinieri, dopo una breve colluttazione.

Leggi anche:  Flero celebra la Beata Vergine Maria del monte Carmelo

In aiuto dell’esagitato interveniva l’anziano padre, il quale si scagliava contro i militari colpendoli con un bastone, ma veniva immediatamente bloccato. Fortunatamente nessuno dei carabinieri è rimasto ferito.

Arresto e denuncia

Il 55enne è stato arrestato per il reato di detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio mentre il padre, considerata l’età, è stato deferito in stato di libertà, per essere chiamato a rispondere del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale. Quanto rinvenuto, compreso il coltello da cucina ed il bastone, sono stati sottoposti a sequestro.

L’arrestato veniva poi condotto e rinchiuso presso la Caserma di Trenzano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Oggi, 21 febbraio, l’arresto del 55enne è stato convalidato.

TORNA ALL’HOME PAGE