Sorpreso a rubare in casa: in manette per rapina impropria un 28enne. Il ragazzo marocchino è irregolare sul territorio nazionale. Il complice, invece, è scappato.

Sorpreso a rubare in casa In manette per rapina impropria un 28enne

E’ stato sorpreso ieri sera mentre stava svaligiando la casa di un palazzolese in via Gavazzino. A fermarlo è stato il figlio del proprietario, un 33enne che abita a Rovato. Ovviamente il delinquente, un 28enne marocchino irregolare sul territorio nazionale, ha reagito e ha strattonato il giovane che lo aveva fermato. Il complice invece è riuscito a scappare. Il prorpietario, un uomo del 1952, in quel momento era in casa. Il figlio è stato avvisato dall’allarme e da un vicino di casa del padre. Poco dopo è intervenuta anche la vigilanza. Sono stati momenti di paura, ma sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale di Palazzolo e i carabinieri di Cologne che hanno arrestato il clandestino.

Il furto sventato

S.S., marocchino del 1989 molto conosciuto a Palazzolo, si era introdotto nella casa in via Gavazzino con il complice attorno alle 23.30. Subito è scattato l’allarme e sul posto è arrivato il 33enne figlio del proprietario classe 1952. Il ladro aveva già trafugato oggetti di valore ed era pronto alla fuga. Fermata prontamente e con coraggio dal ragazzo nel cortile.

Leggi anche:  Fuga dai domiciliari: "Cercavo un po' di fresco"

In carcere

Questa mattina il marocchino è stato portato in Tribunale per il processo per direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto ed è stato portato in carcere a Brescia, visti i numerosi precedenti, in attesa della sentenza.