(foto d’archivio)

Il cane dei vicini abbaiava continuamente. Questo il motivo che ha spinto alcuni residenti di San Faustino a chiamare i Carabinieri di Brescia.

In casa, tutto acceso

La musica era accesa, le luci anche. I militari sentivano i rumori dell’animale e il suo latrato, ma alle ripetute chiamate il padrone non rispondeva.

Quindi, l’irruzione è diventata necessaria. Tramite la grondaia, i Carabinieri si sono arrampicati al primo piano dell’immobile. Grazie ad una finestra lasciata aperta, sono riusciti ad entrare all’interno dell’appartamento

Si sente male in casa da solo

Il cane, un meticcio di media taglia, stava solo cercando di attirare la loro attenzione: sul letto, un 22enne in stato di incoscienza, con evidenti difficoltà respiratorie.

I Carabinieri quindi, dopo aver allertato il 118, hanno fornito immediatamente un primo soccorso mediante manovre salva vita e posizionando il ragazzo in sicurezza in modo da facilitargli la respirare.

Portato d’urgenza in ospedale

Trasportato al Pronto Soccorso in codice rosso, il ragazzo è entrato in coma ed è stato ricoverato immediatamente con prognosi riservata agli Spedali Civili di Brescia. Lì si trova in questo momento, fortunatamente non più in pericolo di vita.