Sconto di pena per Emanuele Vezzola.

Peculato

Sconto di pena da due anni ad un anno e dieci mesi per l’ex sindaco di Gavardo Emanuele Vezzola. Secondo gli inquirenti Vezzola nel biennio 2015-2016 quando era responsabile dell’area ragioneria del comune di Soiano avrebbe utilizzato, senza averne diritto, una carta carburante intestata al comune.

Inchiesta

Vezzola avrebbe fatto rifornimento per 5mila euro versando poi la somma sul conto del comune una volta terminato il suo incarico. Proprio questo strano bonifico nel 2017 aveva fatto scattare le indagini. I giudici di secondo grado hanno trasmesso gli atti alla procura per valutare la bontà di uno degli atti depositati dalla difesa dell’ex sindaco di Gavardo perché risulterebbe non autentico.