Confermata anche in appello la condanna per maltrattamenti di animali a carico di due medici veterinari, Gian Antonio Barbi e Mario Pavesi per l’Italcarni, il macello di Ghedi.

Scandalo Italcarni: confermata la condanna per maltrattamenti

Barbi è stato condannato per falso e maltrattamenti a un anno e otto mesi, mentre Pavesi a sei mesi per minacce. Per l’accusa i due veterinari avrebbero omesso di effettuare visite prima e dopo la morte dei bovini presenti al macello.

La parola alla LAV, l’associazione animalista italiana

“Una sentenza storica, frutto di quattro anni di duro lavoro dei nostri avvocati, ma anche una vittoria per la nostra Associazione, che da anni si batte contro lo sfruttamento delle mucche “da latte”.

Animali in gravissime condizioni, non più in grado di reggersi sulle zampe che, anziché essere abbattuti in allevamento come prevedono le norme, senza sottoporli a tali sofferenze, venivano scaricati e spinti con trattori o muletti, trascinati con catene pur di farli macellare comunque, presi a calci, pungolati con forconi”.

Leggi anche:  Maltempo, conta dei danni alle scuole di Ghedi

TORNA ALLA HOME