Russa in manette: estorceva denaro al suo innamorato 66enne. Ad essere arrestata è stata una 47enne che aveva scucito al pensionato circa 30mila euro.

Russa in manette: estorceva denaro al suo innamorato

Arrestata in flagrante per estorsione. A finire nei guai è stata una 47enne russa, arrestata giovedì sera dai carabinieri della Compagnia di Breno. Negli ultimi anni aveva estorto denaro a un pensionato 66enne che si era invaghito di lei al punto tale da consegnarle una cifra stimata in circa 30mila euro. I due si erano conosciuti circa 8 anni fa. L’amore dell’italiano non era però corrisposto dalla donna che, approfittando della sua debolezza, era riuscita a circuirlo e a svuotargli il conto corrente.

Denunciata dopo le minacce

Nelle ultime settimane le richieste di denaro erano divenute più pressanti e soprattutto, rispetto al passato, era cambiato anche l’atteggiamento della straniera. Dalle frasi sdolcinate e amorevoli si era passati a vere e proprie minacce. La vittima, stanca di sottostare alle richieste estorsive, ha trovato il coraggio di denunciare e si è presentata ai carabinieri; ai militari ha raccontato tutta la storia e soprattutto ha precisato che le telefonate della straniera iniziavano ad essere pressanti, così come la richiesta di prelevare e consegnarle i soldi.

Leggi anche:  Desenzano, giovane accoltella il fidanzato. Arrestata per lesioni aggravate e maltrattamenti

Arrestata in flagrante

L’uomo aveva già concordato un incontro per giovedì sera, finalizzato alla consegna di 300 euro. I carabinieri hanno monitorato l’incontro e sono intervenuti quando la russa ha intascato la somma di denaro. Nella sua borsetta sono stati recuperati inoltre ulteriori 6mila euro in contanti che la donna non ha saputo giustificare. Alla fine è stata tratta in arresto per estorsione; il gip del Tribunale di Brescia ha convalidato l’operato dei carabinieri e ha applicato nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere.

TORNA ALLA HOME