Rubano parti di un’auto in via della Ziziola, scoperti e arrestati dai carabinieri di Brescia.

Il furto

Nelle prime ore della notte di domenica i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia insieme ad un pattuglia della Stazione di Brescia – Lamarmora hanno arrestato due giovani italiani di 25 e 21 anni. Sono stati scoperti mentre stavano rubando un Fiat Doblò parcheggiato sulla pubblica via. I due, all’arrivo dei militari attirati dal loro armeggiare con fare sospetto vicino al veicolo, avevano già smontato il paraurti anteriore e il cofano motore. Inutile è stato il tentativo di fuga; sono stati infatti bloccati dopo pochi metri di corsa e arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso.

I danni

I pezzi asportati dalla vettura sono stati restituiti al legittimo proprietario, che ha constatato anche la rottura del blocchetto di accensione e la forzatura della serratura. Circa 2mila euro i danni subiti.

L’arresto

Gli arrestati, dopo aver passato la notte in camera di sicurezza, sono stati giudicatimediante rito direttissimo. Il processo è terminato con la convalida degli arresti, la condanna all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria per il più giovane dei due e la restrizione agli arresti domiciliare per il più anziano, che vantava già precedenti penali in materia di reati contro il patrimonio.