Rifiuti illeciti: un’indagine dei carabinieri forestali ha portato al sequestro di una grossa area.

L’indagine

A seguito di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della repubblica di Brescia, i militari della stazione carabinieri forestale di Breno hanno posto sotto sequestro un’area di circa 2mila metri quadrati per illecita gestione di rifiuti nel comune di Ceto.

Rifiuti illeciti

L’area, già sotto controllo da qualche mese dai militari ed in uso ad una locale impresa edile, veniva gestita di fatto come una discarica abusiva di rifiuti ascrivibili alle tipologie materiali da scavo e rifiuti da demolizione stradale.
Tali materiali, provenienti da diversi cantieri in capo all’azienda, venivano trasportati senza alcun documento e depositati sul posto in assenza di alcuna autorizzazione. In certi casi i materiali venivano successivamente movimentati per la realizzazione di riempimenti e livellamenti di terreno.

Le stime

Da una prima stima effettuata, al momento del sequestro l’area conteneva circa 5mila metri cubi di materiali da scavo e rifiuti da demolizione illecitamente presenti. La condotta procurava un evidente vantaggio economico per l’impresa derivante dai mancati costi per le operazioni di smaltimento dei rifiuti.