Identificato da un agente fuori servizio e seguito fino a quando sono arrivati i colleghi che l’hanno arrestato, malgrado un estremo tentativo di fuga

Il ricercato

Le manette sono scattate ai polsi di T.R, cittadino algerino di 32 anni, in esecuzione di un ordine di aggravamento di misura cautelare in carcere emesso dalla Procura della Repubblica di Brescia su richiesta della Questura di Brescia. Il 32enne, noto agli agenti per i suoi precedenti  nonché quale persona ricercata, è stato rintracciato in via XX Settembre da un agente libero dal servizio che lo ha seguito informando degli spostamenti  la sala operativa. Dopo pochi minuti gli agenti della volante, hanno proceduto all’identificazione e al  controllo del ricercato che ha dato esito positivo: infatti, nella tasca interna degli indumenti intimi del soggetto in questione, sono stati rinvenuti 24 grammi di hashish. Dopo aver eseguito tutti gli accertamenti in Questura, lo straniero è stato condotto presso la Casa
Circondariale Nerio Fischione.

Leggi anche:  Incidenti non pericolosi ad Adro e Brescia, in genere serata tranquilla SIRENE DI NOTTE

L’estremo tentativo

All’arrivo alla Casa Circondariale, nonostante  fosse ammanettato ed assicurato al sedile dell’autovettura della Polizia di Stato, il 32enne ha cominciato a scalciare violentemente per un ultimo tentativo di evasione, provocando lo sfondamento del vetro posteriore. L’uomo è quindi stato arrestato anche per il tentativo di evasione e resistenza ed il
danneggiamento dell’auto.