I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile sono intervenuti nei pressi di Piazza Repubblica dove era stata segnalata una lite un po’ troppo animata all’interno di un’appartamento.

Il litigio con il fidanzato e la resistenza ai militari

Giunti sul posto i militari hanno trovato un ragazzo seminudo che raccontava di aver avuto un alterco con la fidanzata che era rimasta in casa.

Entrati nell’abitazione per sincerarsi che la giovane stesse bene, i militari venivano aggrediti verbalmente dalla stessa, che cercava in tutti i modi di farli allontanare dalla camera da letto. Insospettiti da tale comportamento i
Carabinieri entravano comunque nella stanza notando un bilancino di precisione, certamente non utilizzato per pesare la farina come invece voler far credere la giovane. La ragazza poi si affrettava a prendere una bandana arancione posta vicino al letto e a nasconderla in tasca.

Schiffi e pugni

Non appena i militari le chiedevano cosa avesse preso, la stessa iniziava a colpirli con schiaffi, calci e pugni nel tentativo di avvicinarsi alla finestra e gettare quello che poi si sarebbe rivelato essere un pezzo di hashish da 15 grammi.

Leggi anche:  Picchia la moglie davanti al figlio minore, arrestato dai Carabinieri

L’arresto

Arrestata per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, la giovane dopo aver passato la notte in camera di sicurezza è stata giudicata mediante rito direttissimo, all’esito del quale è stato convalidato l’arresto.