È stata arrestata con l’accusa di estorsione una prostituta monteclarense di origine marocchina che teneva da qualche tempo sotto scacco un cinquantenne bresciano con il quale aveva avuto una rapporto affettivo.

Una pericolosa relazione extraconiugale

L’ uomo aveva intessuto con la escort una relazione extraconiugale ma dopo qualche tempo la donna gli aveva reso nota la sua vera attività minacciandolo di rivelare tutto alla moglie se questo ultimo non l’avesse ricompensata per le sue prestazioni con 3000 euro.

Recatosi al Comando della Polizia Locale di Montichiari, il cinquantenne ha denunciato il tutto fornendo gli indizi necessari per individuare la prostituta che conosceva solo con uno pseudonimo.

La ragazza era già nota alla Locale perchè identificata nel 2014 nell’ambito di un giro di prostituzione che si svolgeva in un appartamento di via Cavallotti e durante il quale era stato tratto in arresto e condannato a due anni e 8 mesi il suo sfruttatore rumeno.

L’arresto

Il bresciano dunque ha dato appuntamento alla escort in un bar della frazione Chiarini con la scusa di consegnarle parte del denaro richiesto ma al momento dello scambio la donna è stata fermata dagli uomini del Comandante Cristian Leali.

Leggi anche:  Riparte il servizio d'ascolto: carabinieri ancora tra i cittadini

Il giudice ha convalidato l’arresto per estorsione.

TORNA A HOME PAGE