Precipitato per 300 metri: escursionista travagliatese ricoverato al Civile. Uscito per un’escursione in solitaria, è caduto in un burrone salendo sul Guglielmo.

Precipitato per 300 metri: escursionista travagliatese ricoverato al Civile

Un escursionista di Travagliato è scivolato in un burrone durante un’uscita verso il Monte Guglielmo. È accaduto ieri pomeriggio: protagonista un 47enne appassionato di montagna.

Il fatto

Era partito da Passabocche in mattinata, ad accompagnarlo condizioni meterologiche favorevoli.
Raggiunto il rifugio Medelet, all’altezza di Val Palot (Pisogne), aveva poi proseguito verso le roccette che portano in Pedalta.
Qui l’incidente.
Non sono ancora note le cause ufficiali dell’accaduto, ma si presume che l’uomo sia scivolato a causa del terreno scivoloso.
Il maltempo di questi giorni, nonostante gli sprazzi di sole di ieri, ha infatti minato la percorribilità di strade e sentieri.

L’intervento

L’escursionista è sempre rimasto cosciente e grazie alla sua lucidità è riuscito a richiamare l’attenzione di altri escursionisti, accorsi subito nei pressi del dirupo. Richiamati dalle grida d’aiuto, hanno allertato immediatamente il Soccorso Alpino. Intervenuta una squadra territoriale, sono stati 10 i tecnici impegnati nell’estrazione. Dopo averlo trattato dal punto di vista sanitario, l’hanno messo in sicurezza e trasportato dall’Elisoccorso Brescia agli Spedali Civili.

Le condizioni

L’uomo ha riportato diversi traumi.
Arrivato in ospedale, le sue condizioni sono apparse subito serie.
Durante la caduta l’escursionista si è procurato tagli, contusioni e fratture in vari punti.

Leggi anche:  Virtus Aurora Travagliato: le "furie rosse" compiono 100 anni

Seguono aggiornamenti.

 

TORNA ALL’HOMEPAGE