Pizzicati dalle telecamere prima del colpo: denunciati due bergamaschi armati di pistola.

Pizzicati dalle telecamere prima del colpo: la cronaca

Giravano a bordo di una Fiat Punto rubata. Ma non solo, in auto nascondevano una pistola giocattolo, ma senza tappo rosso e diversi strumenti e indumenti utilizzati per le rapine. Peccato che i due bergamaschi 65enni, già noti alle Forze dell’ordine, non abbiano fatto i conti con le telecamere comunali e gli agenti della Polizia Locale. Non appena sono entrati a Palazzolo da via Gavazzolo l’auto rubata è stata immediatamente segnalata. Ancora una volta le telecamere poste ai varchi della città hanno portato ottimi risultati.

Inseguimento per la città

Ovviamente ne è nato subito un inseguimento, anche se l’incolumità degli altri conducenti non è stata messa a rischio. Una volta fermati i due bergamaschi sono stati portati al comando per tutti i controlli del caso. Il conducente, tra le altre cose, ha a proprio carico la misura dell’affidamento in prova al servizio sociale con obbligo di presentazione in ore notturne al carcere di Bergamo. I due sono stati denunciati per ricettazione e possesso abusivo di armi.

Leggi anche:  Armato di pistola minaccia di morte due operai

Evitata una rapina a Palazzolo?

E’ possibile che i due avessero in mente una rapina, magari proprio a Palazzolo. Non solo per i loro precedenti, ma anche per l’orario in cui sono stati fermati. Attorno alle 19. In macchina, inoltre, i vigili hanno rinvenuto cappellini, sciarpe, guanti e passamontagna, con fascette da elettricista e nastri adesivi. Tutto posto sotto sequestro.