Assume strani comportamenti, i carabinieri lo notano, poi lo seguono e infine lo arrestano. A finire in manette è stato un operaio, classe 1974, residente ad Offlaga e già noto alle forze dell’ordine per spaccio di stupefacenti.

Arrestato un pregiudicato per spaccio

I militari della stazione di Manerbio, nell’ambito di uno specifico servizio antidroga, avrebbero osservato degli inusuali spostamenti dell’uomo e incontri con alcuni assuntori di stupefacenti. Seguito nel primo pomeriggio e nella serata di giovedì da brevi uscite in automobile, i carabinieri hanno deciso di organizzare posti di controllo nelle vie vicine all’abitazione del pregiudicato per poterlo fermare e poi procedere ai dovuti riscontri.

L’intuizione dei militari ha dato esito positivo. Dopo un breve controllo all’interno dell’auto, infatti, nella casa di Offlaga sono stati rinvenuti 17 grammi di cocaina, 22 grammi di hashish e circa 700 euro in contanti. Lo stupefacente era conservato nelle vicinanze del bagno per essere fatto sparire rapidamente in caso di un inaspettato controllo nell’abitazione.

Leggi anche:  Due paesi col fiato sospeso per Michael Franceschini

L’uomo è stato quindi pizzicato in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa mattina il Gip del tribunale di Brescia ha convalidato l’arresto con l’irrogazione della pena sospesa, di 1 anno e 2 mesi di carcere. Nonché l’obbligo di firma tre volte al giorno alla caserma dei carabinieri di Manerbio.