Nuovo stop sulla strada che dovrebbe portare al nuovo stadio. Il bando approvato poco più di un mese fa potrebbe infatti venire annullato

Il bando

Nonostante l’interesse manifestato da un gruppo australiano, capeggiato da John Caniglia. Il Comune, pare che sospenderà o addirittura cancellerà il bando per i lavori del nuovo stadio. Oggi in Loggia si terrà la riunione tra il sindaco Emilio Del Bono e i capigruppo per condividere le decisioni sul tema. All’ordine del giorno il possibile via libera al progetto del Brescia Calcio per una ristrutturazione leggera del Rigamonti così da adeguare l’impianto di Mompiano alla Serie A.

La lettera degli australiani

In risposta a questa decisione il gruppo straniero, tramite i propri avvocati italiani, avrebbe inviato una lettera all’amministrazione. Richiedendo, in caso che venga confermato lo stop alla procedura prevista dalla legge sugli stadi, il risarcimento del danno subito.

La protesta di Codacons

Per Codacons i tratta di “Una mossa che oltre che a confermare la fumosità della burocrazia italiana, sottopone la pubblica amministrazione al rischio di un esborso economico che, come sempre, peserà sulle tasche dei cittadini”. Per questo motivo, al fine di individuare eventuali responsabili, il Codacons ha deciso di fare un esposto alla Corte dei Conti.

Leggi anche:  Gli entra un'ape nel casco: ambulanza a Sirmione per un 21enne

TORNA ALLA HOMEPAGE