Nuovo capitolo firmato dal maltempo. Dopo il downburst che ha colpito principalmente la zona di Castelcovati e Rudiano mercoledì sera, oggi la tempesta si è ripetuta lasciando Capriano e Azzano nel caos. Tetti divelti, alberi caduti e cascine distrutte: questo lo spettacolo che si presenta dopo la pioggia e il forte vento.

Danni alle cascine

Devastate, crollate sotto la forza del vento e della pioggia. I danni causati alle cascine nella frazione di Pontegallo sono ingenti, basta un’occhiata per saperlo. Uno dei cascinali (cascina Bonifica) è stato letteralmente spazzato via dalla tromba d’aria: travi, mattoni, lastre di metallo sono crollate in mezzo alla strada. Il tetto di un’altra struttura, la cascina Cizzanello, è stato completamente divelto. Per fortuna sembra che i danni siano stati limitati all’edificio: nè inquilini, ne automobilisti di passaggio sono rimasti coinvolti.

Capriano nel caso

Niente cascine a Capriano, ma si parla di decine di alberi crollati e tetti sollevati come fogli di carta. Via Chiesa, via Parrocchia, via Cimitero (Fenili Belasi), la Quinzanese e altre vie cittadine sono state bloccate dalla caduta di diverse piante. La conta dei danni è ancora in corso. La Protezione civile di Azzano e Capriano è all’opera sul territorio per gestire l’emergenza.

Leggi anche:  Sgominata dai Carabinieri la banda delle slot: nove arresti

Danni anche a Roncadelle

La tempesta è passata anche per Roncadelle. A farne le spese, oltre ad alcuni alberi caduti nei parchi, è stato il tetto di un palazzina in via Martiti della Libertà, scoperchiata dal forte vento. Le lastre, per fortuna, sono scivolate lungo l’edificio e hanno mancato la strada, sempre molto trafficata, senza ferire nessuno.

TORNA ALLA HOME PAGE