Nuova aggressione a un capotreno. Questa volta alla stazione ferroviaria di Cantù-Cermenate. Il fatto ieri sera intorno alle 19. L’uomo è finito in ospedale

Nuova aggressione a un capotreno

Una escalationd i violenza che non accenna a diminuire. Solo due giorni fa il racconto di due ragazze brianzole molestate su un treno e adesso una nuova aggressione. Questa volta è toccato ad un capotreno che sarebbe stato preso a pugni da un uomo ieri sera intorno alle 19 all’altezza della stazione ferroviaria di Cantù-Cermenate. Il capotreno era in servizio sul convoglio partito da Rho alle 17.43 in direzione Chiasso.

Necessario l’intervento della Cri di Cantù che ha trasportato, in codice verde, il capotreno all’ospedale. Il treno è quindi stato soppresso. Sulla linea ferroviaria, verso la Svizzera ci sono stati diversi ritardi e cancellazioni.

Escalation di violenza

Non è la prima volta che si verificano questo tipo di episodi. Nel comasco a maggio un capotreno donna di 22 anni era stata presa a schiaffi da un 50enne. L’ aggressione era avvenuta su un convoglio partito da Milano Porta Garibaldi e diretto a Como San Giovanni. Sempre a maggio quattro ragazzi hanno attaccato un controllore che aveva la “colpa” di averli improverati perché tenevano aperte le porte del treno a Lambrugo per fumare. Ad aprile invece un cabiatese ha aggredito il capotreno con un coltello.

Leggi anche:  Museo per tutti, entra osserva e partecipa

Non va meglio nel Lecchese dove nel luglio scorso un altro capotreno era stato preso a pugni alla stazione di Lecco QUI POTETE LEGGERE L’ARTICOLO. 

Leggi anche:  Ragazze molestate sul treno: il Codacons chiede telecamere e più controllori

In Brianza come accennato all’inizio dell’articolo l’ultima aggressione è di pochi giorni fa: due ragazze di Vimercate e Monza, di rientro da Torino, sono state molestate da un maniaco che si è calato i pantaloni e si è masturbato davanti a loro. Provvidenziale in questo caso l’intervento del capotreno che è riuscito a prenderlo e a farlo scendere dal convoglio.

Un problema esteso a tutta la Regione

Ma episodi di aggressione si sono verificati anche su altre tratte ferroviarie lombarde. Di seguito i casi più eclatanti:

Senza biglietto: pestato il capotreno

Tenta di violentare una 22enne sul treno: arrestato alla stazione di Trezzano

Molestate sul treno: studentesse salvate da giovane rom

Tentata violenza ragazza molestata sul treno