La Polizia Locale di Montichiari apre l’anno portando a termine numerosi interventi mirati in città che hanno condotto ad arresti, segnalazioni e soprattutto dato un sostanziale giro di vite allo spaccio sul territorio. Oltre all’arresto del dinamitardo

Il bilancio

È stato tratto in arresto nel carcere di Brescia con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti  un pluripregiudicato di 49 anni, già ampiamente noto alle Forze dell’Ordine, residente a Borgosotto trovato in possesso di circa 3 etti e mezzo di cocaina, droga in parte già preparata e pronta allo spaccio e in parte ancora in fase di lavorazione.

Identificati in un noto parco cittadino anche altri quattro giovani fermati e segnalati alla Prefettura di Brescia come consumatori abituali di marijuana e hashish.

Individuato e denunciato il “Dinamitardo di Natale”

Individuato anche il “Dinamitardo di Natale”, il teppista che durante la notte del 24 dicembre aveva fatto scoppiare una bomba incendiaria sul sagrato del Duomo provocando il panico tra coloro che stavano partecipando alla Santa Messa.

Leggi anche:  Droga e clienti scomodi, il Questore chiude un bar

Si tratta di un 37enne del paese che ha ammesso di aver agito per una sciocca bravata.

Tutti di origini monteclarensi gli indagati

Tutti i soggetti indagati per i vari reati e individuati dalla Locale sono di origine monteclarense e residenti da sempre in paese.

Di sostanziale importanza ancora una volta le segnalazioni dei privati cittadini, da sempre strumento indispensabile per permettere un’azione mirata delle Forze dell’Ordine locali.

TORNA ALLA HOME PAGE