La mostra permanente dal titolo “Una moderna Camera delle Meraviglie” rilancia il Museo Civico delle Scienze Naturali di Brescia durante il periodo natalizio e non solo, presentando i reperti ritrovati a Brescia all’interno del museo, riguardanti l’antico egitto. Le mummie sono oggetto di studio dal 2012 del progetto Mummy Project, diretto da Sabina Malgora, archeologa ed egittologa milanese.

La mostra

L’idea di valorizzare questo patrimonio culturale e museale della città è stata presentata martedì in conferenza stampa a Palazzo Loggia. Attraverso nuovi metodi di ricerca scientifica. come i raggi-X, le TAC, analisi chimiche, fisiche, mediche ed antropologiche, i ricercatori sono riusciti a recuperare numerose informazioni sui ventisette reperti sia antropologici che zoologici senza intaccarne lo stato di conservazione, offrendo così al pubblico ed alla comunità scientifica un patrimonio egittologo di ampio interesse. L’esposizione sarà inaugurata venerdì 14 dicembre nel pomeriggio, e sarà aperta al pubblico dal giorno seguente gratuitamente. Sarà possibile visitarla liberamente, oppure attraverso percorsi guidati dal personale del museo, che partiranno ogni ora dalle 09.15.

Il percorso

Si tratta di un viaggio culturale non solo attraverso il metodo scientifico, ma anche emozionale. Una scoperta, come afferma la dottoressa Malgora, che darà al pubblico la possibilità di “vedere una persona che ha consegnato la propria vita all’eternità”. Sarà inoltre possibile vivere un’esperienza tattile, entrando in diretto contatto con delle riproduzioni 3D dei reperti, garantendo così allo spettatore una fruizione delle informazioni singolare ed immersiva oltre che un modo diverso di vivere il museo.

Leggi anche:  Montichiari: rievocazione storica del circuito internazionale Brescia - Montichiari

 

TORNA ALLA HOMEPAGE