Anche questo venerdì sono proseguiti i controlli presso il mercato settimanale del centro storico richiesti dall’Amministrazione Togni e coordinati dal personale del Corpo Polizia Locale.

Dopo il decreto di esplusione scattato la settimana scorsa per un clandestino impiegato del lavoro nero da un connazionale, oggi venerdì 21 giugno, sono stati individuati due lavoratori bengalesi, impiegati presso un banco di vendita gestito da un connazionale, risultati essere privi di un regolare contratto di lavoro.

A carico del commerciante straniero, che vendeva capi di abbigliamento usati, sono state contestate anche violazioni amministrative per mancato aggiornamento della carta di esercizio, occupazione di uno spazio per la vendita superiore a quello autorizzato e mancanza della documentazione relativa alla sanificazione degli indumenti usati che hanno portato suo carico sanzioni per 2700 euro.

La segnalazione all’Ispettorato del Lavoro per l’impiego dei due lavoratori irregolari, inoltre, comporterà al commerciante anche una sanzione di circa 5000 euro a lavoratore irregolare impiegato.

TORNA A HOME PAGE