Minacciata e picchiata dal marito per 10 anni. La vittima attualmente vive a Chiari e ha raccontato il suo incubo in aula.

Minacciata e picchiata

Sì è seduta al banco dei testimoni in un’aula del Tribunale di Brescia e con la voce rotta dal dolore nel ricordare i dieci anni trascorsi accanto al marito, ha raccontato il suo dramma, la sua “prigione”, il suo inferno. La donna si è costituita parte civile al processo che vede al banco degli imputati, per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori, il marito A.S., albanese classe 1977 e residente nel Torinese. Per la vittima non è stato semplice raccontare tutto quello che ha vissuto sulla sua pelle, ma è riuscita comunque a fornire dettagli agghiaccianti. La picchiava anche mentre era incinta. “Non l’ho lasciato perché ho pensato che poteva cambiare”, ha spiegato pentita.

L’articolo completo è sul ChiariWeek in edicola da questa mattina, venerdì 13 dicembre.

TORNA ALLA HOME