Meningite fulminante: la Cattolica si ferma per ricordare Veronica. Tantissimi studenti e il corpo docente si sono riuniti nella chiesa del Buon Pastore con i familiari della giovane.

Meningite fulminante: la Cattolica si ferma per ricordare Veronica

In tanti, tantissimi hanno partecipato questa mattina alla commemorazione organizzata dall’università Cattolica di Brescia nella sede del distaccamento di via Musei per ricordare Veronica Cadei, la 19enne di Villongo scomparsa martedì mattina a causa della meningite dopo che era stata ricoverata al Civile lunedì pomeriggio. I ragazzi sono così tanti che non riescono a stare negli spazi dedicati alla didattica, per questo insieme ai due assistenti spirituali, l’uscente don Roberto Lombardi e l’entrante don Mauro Cinquetti, e al professore di Teologia 1, don Raffaele Maiolini, gli studenti e il corpo docente non solo del corso di studi in Scienze matematiche, fisiche e naturali, ma anche degli altri indirizzi si sono spostati nella chiesa del Buon Pastore.

Il momento di preghiera e lacrime

Don Cinquetti ha presieduto il momento di ricordo e di preghiera nella chiesa barocca accanto agli spazi didattici del corso di laurea in Scienze matematiche, ricordando la necessità di essere testimoni anche nei momenti di dolore e le bellezze della vita e della preghiera. Al termine della commemorazione sono stati accesi dei lumini davanti ai familiari di Veronica, presenti in prima fila. Commozione, tristezza e lacrime per l’amica, la compagna di studi, la conoscente, per una ragazza strappata alla vita troppo presto.

Leggi anche:  Salvata la mano dell'operaio 52enne ferito in azienda

I ragazzi hanno poi atteso i familiari fuori dalla chiesa, davanti alla sede frequentata fino a lunedì anche dall’amica 19enne, per onorare la sua memoria con lungo applauso e poi con il silenzio che, da martedì mattina, è calato sulle centinaia di persone delle comunità che, in questi anni, hanno incontrato sul loro cammino la solare Veronica.

Le indagini continuano

L’autopsia che era programmata per ieri dovrebbe essere effettuata questa mattina, mentre l’Ats di Bergamo e Brescia ha provveduto con la profilassi preventiva. La Procura, che inizialmente aveva aperto un fascicolo di indagine per fare chiarezza sulla morte della studentessa, ora ha notificato gli avvisi di garanzia ai medici del Pronto soccorso e dei reparti del Civile che hanno trattato la paziente dal suo ingresso in ospedale.

LEGGI ANCHE: Stroncata dalla meningite: Iseo e Villongo sotto shock per Veronica

OPPURE: Meningite fulminante: chi è stato in contatto con Veronica chiami l’Ats

TORNA ALLA HOME PAGE