Medico condannato per omicidio colposo. Lanfroi Graziani, primario del reparto di Emodinamica dell’Istituto clinico Città di Brescia, è stato condannato a sei mesi per l’omicidio colposo di Iole Forlini, 77enne morta nel 2014 dopo un’ angioplastica.

Medico condannato per omicidio colposo

6 mesi di reclusione con condizionale. Questa la pena emessa per il primario del reparto di Emodinamica dell’Istituto clinico Città di Brescia, Lanfroi Graziani. Iole Forlini, 77 anni, nel 2014 era morta per uno pseudo aneurisma seguito ad un intervento di angioplastica. Il pm Carlo Pappalardo, invece, ha assolto Giorgio Laffranchini e stabilito la sua non responsabilità.

La morte di Iole

Non riuscendo ad individuare il trombo, il medico aveva iniettato alcool puro nella donna, aggravando le sue condizioni.  Per questa sua decisione, che secondo il parere degli esperti esula dalle pratiche usuali e consentite, l’accusa aveva chiesto un anno di reclusione in carcere, poi ridotta a 6.