Maxi operazione della Polizia nel pomeriggio di venerdì 11 maggio.

Maxi operazione della Polizia

Nel pomeriggio di venerdì 11 maggio, si sono svolti servizi straordinari di controllo del territorio, coordinati dalla Questura di Mantova, al fine di garantire la legalità ed il tranquillo vivere dei cittadini, specie nelle zone dove maggiore è il sentimento di insicurezza dei residenti. Il servizio – che si è concentrato, oltre che nella città capoluogo, nel Comune di Roverbella – ha visto il seguente dispiegamento di forze: 3 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, 2 equipaggi della Questura – U.P.G.S.P., una pattuglia della Polizia Stradale ed una della Guardia di Finanza. Le Polizie Locali di Mantova e Roverbella hanno partecipato con propri equipaggi automontati, per le attività di specifica competenza.

I controlli in città

I controlli nella città capoluogo si sono concentrati nel quartiere di Borgochiesanuova, in Piazza Cavallotti e soprattutto nei giardini Nuvolari, dove si è proceduto a controlli delle persone e a capillari perlustrazioni, allo scopo di contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Come avvenuto due giorni fa, i poliziotti della Volante, coadiuvati da personale del Reparto Prevenzione Crimine, hanno ispezionato minuziosamente i luoghi e gli anfratti utilizzabili dagli spacciatori per nascondere lo stupefacente, recuperando altra droga, che è stata così sottratta all’illecito e nefasto commercio. Nel dettaglio, gli operatori hanno rinvenuto un pacchetto di sigarette, occultato in un cespuglio, contenente dosi di “hashish” per un peso di circa 50 grammi, sottoponendolo a sequestro, ed acquisendo preziosi elementi per l’attività investigativa in corso.

Leggi anche:  Lavoro nero: scoperti 11 lavoratori irregolari e sospese quattro attività

Controlli a Roverbella

Allo stesso tempo, si sono messi in atto controlli di Polizia nel Comune di Roverbella, teatro di recenti spiacevoli episodi di cronaca, al fine di rassicurare i cittadini. In particolare si è proceduto a verifiche all’interno di alcuni esercizi pubblici, con identificazione dei clienti. In uno di questi locali, è stato identificato un 26enne marocchino, risultato non in regola con le norme sul soggiorno. L’uomo è stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per l’avvio delle procedure di espulsione. Sempre nel Comune di Roverbella, la pattuglia della Polizia Stradale, in un posto di controllo, ha fermato un motoveicolo Aprilia Scarabeo sprovvisto di targa: il conducente, un italiano 40enne, è stato sanzionato, oltre che per essere alla guida di un veicolo privo di targa, anche per guida con patente revocata. Inoltre era pure sprovvisto di carta di circolazione e di copertura assicurativa. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro.

I numeri

L’incisiva azione coordinata ha garantito nel complesso il conseguimento dei seguenti risultati:
• 109 persone identificate di cui 13 cittadini extracomunitari;
• 21 persone con precedenti;
• 97 veicoli controllati;
• 4 esercizi controllati;
• 4 posti di controllo;
• 6 i verbali del Codice della Strada.