Maxi intossicazione alimentare a Prevalle: in ospedale 28 ragazzi e una 59enne. La chiamata ai soccorsi è arrivata dall’oratorio di San Zenone, in via Bonsignori, 70.

Aggiornamento delle 18: il bilancio degli intossicati sale

Sono le 18 e il bilancio degli intossicati all’oratorio (purtroppo) sale ancora. Tra ragazzi e bambini sono stati portati o sono in fase di trasporto in ospedale 28 persone, mentre anche una 59enne è stata male per via dell’intossicazione. I volontari e i soccorritori li stanno trasferendo negli ospedali della provincia: alcuni sono già arrivati al Civile Pediatrico, in Poliambulanza e ai nosocomi di Gavardo e Desenzano in codice giallo. Sul posto i tecnici di Ats stanno verificando con i carabinieri le cause della maxi intossicazione e stanno cercando di ricostruire l’accaduto. Nessuno, stando ai dati di Areu, sarebbe in pericolo di vita per fortuna.

Maxi intossicazione alimentare a Prevalle: in ospedale 13 ragazzi

Sono rimasti tutti intossicati dopo aver ingerito qualcosa che li ha fatti star male. E’ successo all’oratorio della parrocchia di San Zenone a Prevalle, in via Bonsignori, 70. La chiamata ai soccorsi è arrivata alle 15.25 in codice giallo e stando ai dati forniti da Areu alle 17 la missione dei soccorritori è ancora in corso. Stando ai dati forniti dall’Azienda regionale emergenza urgenza, sarebero rimasti intossicate 17 persone: i coinvolti sarebbero bambini e ragazzi di età compresa fra i 6 e i 15 anni. Alcuni sono già stati portati al Civile Pediatrico e all’ospedale di Gavardo.

Leggi anche:  Tragico incidente in auto: muore un 83enne

Massiccio dispiegamento di forze per soccorrerli

Immediatamente sono stati allertati i gruppi di volontari della zona: da Brescia sono decollati due elisoccorsi, mentre dalla città sono partite tre auto mediche e tre ambulanze della Croce bianca. Sul posto si stanno precipitando anche i soccorritori di Mazzano, i volontari di Nuvolento, i soccorritori di Calvisano e di Roe Volciano. In tutto nove abulanze, tre auto mediche e due elicotteri.

Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Brescia, i tecnici di Ats e i Vigili del fuoco.

TORNA ALLA HOME PAGE