Materiale edile rubato rintracciato grazie al sistema GPS a recuperare la refurtiva sono stati i carabinieri di Roncadelle.

Materia edile rubato

Il fatto è avvenuto ieri: i militari del comando di Roncadelle hanno recuperato in un’officina meccanica di Castel Mella vari materiali rubati recentemente da un cantiere edile di Flero e da una ditta di Castenedolo, per un valore totale di circa 5mila euro.

La refurtiva

Il primo lotto di materiale era stato sottratto nella notte tra venerdì e sabato da un cantiere edile di Flero e comprendeva un generatore elettrico Gemap, sei taniche da 25 litri di gasolio l’una, quattro batterie degli scavatori, due joystick di mini scavatori, due allargatori e un ingrassatore. Il secondo lotto, comprensivo di un’idro pulitrice “Faip” e di quattro cerchi in lega da 16 marca Alfa romeo, era stato asportato nella nottata precedente all’interno di un’officina meccanica di Castenedolo.

Il ritrovamento

Non è passato molto e, grazie all’intervento dei carabinieri di Roncadelle, il materiale è stato ritrovato. Particolare interessante è che al recupero si è arrivati grazie al tracciamento del sistema GPS presente all’interno del generatore. Poi, a seguito della perquisizione, si è giunti al rinvenimento anche del secondo lotto di materiale. La refurtiva è stata veniva restituita ai legittimi proprietari, mentre il titolare dell’officina, un cittadino rumeno di 36 anni, e il suo aiutante di nazionalità moldava di anni 40, venivano deferiti in stato di libertà per ricettazione in concorso.

Leggi anche:  Si ribalta con l'auto a Sirmione: coinvolti due bambini

TORNA ALLA HOME PAGE