Manuela Bailo: il suo telefono è nel lago d’Iseo? I sub di Genova al lavoro oggi per cercare lo smartphone che Fabrizio Pasini avrebbe lanciato dal finestrino.

Manuela Bailo: il suo telefono è nel lago d’Iseo?

Si sono messi al lavoro questa mattina a Iseo, i sommozzatori di Genova. Per cercare? Il telefono di Manuela Bailo sul limitare delle Torbiere. Ma come ha fatto lo smartphone della 35enne a finire nel lago? Come ci è arrivato da Ospitaletto a Iseo?

LEGGI ANCHE: La 35enne Manuela Bailo scomparsa: il giallo dei messaggi

“Ho buttato il telefono dall’auto”

Fabrizio Pasini, reo confesso, ha indirizzato gli inquirenti verso il lago d’Iseo. E’ li che, stando alle ricostruzioni, avrebbe gettato il telefono dell’ex amante. Da Ospitaletto è arrivato a Iseo, è passato da via per Rovato con l’auto, ha abbassato il finestrino e ha buttato fuori il cellulare. Sembra che se ne sia liberato fra il 28 luglio e i primi di agosto, dopo aver compiuto l’efferato delitto e aver (come sembra) inviato all’ex fidanziato Matteo Sandri quell’ultimo messaggio fingendosi lei. Un modo per depistare le indagini.

Leggi anche:  Sequestrato un canile abusivo a Mairano

Il telefono, però, dopo una giornata di ricerche fra acqua, torbiere, rovi e vegetazione, non si è trovato. Il mistero si infittisce.

LA TERRIBILE NOTIZIA: Trovata morta Manuela Bailo scomparsa a Brescia: l’ha uccisa l’ex amante VIDEO