Questo pomeriggio sono stati giudicati e poi assaggiati quasi quaranta salami di produttori artigianali e amatoriali della Bassa

Festa del salame

Grande successo per la decima Festa del salame proposta dal bar Borgomella. L’appuntamento ha lo scopo di diffondere la cultura dei prodotti artigianali della bassa bresciana e di aiutare i produttori amatoriali a migliorare i propri salami. “L’idea è nata quasi per gioco – Ha spiegato Antonella Gennari che con Giovanna Rongoni e Gigi Valsecchi gestisce il locale – I nostri clienti discutono sempre su quale sia il salame migliore e così abbiamo deciso di fare un concorso”. Ecco come è nata la Festa del salame: una occasione per mettersi alla prova, ma soprattutto per creare un momento conviviale dedicato a tutti. I salami nostrani sono stati giudicati da ben 22 maestri degustatori dell’associazione Onas. “Lo scopo dell’associazione è tutelare i prodotti locali  e diffonderne la conoscenza” hanno spiegato Silene Tommasini e Michele Bertuzzi i giudici presenti alla premiazione. I vincitori incontrastati sono stati Gianmaria Massetti, primo posto, Andrea Almici e Nicola Pietta, rispettivamente secondo e terzo posto. Dopo le premiazioni il pomeriggio è continuato con la classica e sempre molto amata, merenda a base di pane e salame.

TORNA ALLA HOME PAGE