Maltratta la moglie e la sequestra in casa: arrestato. E’ successo a Calvisano. La donna era stata chiusa in casa insieme ai figli minori.

Maltratta la moglie

Un’altra storia di violenza. E’ successo ancora. I carabinieri della stazione di Calvisano, a conclusione di un’accurata e tempestiva attività di indagine, hanno arrestato un cittadino marocchino classe ’84, già noto alle Forze dell’ordine. I militari, allertati dai locali servizi sociali, si sono recati nell’abitazione segnalata e hanno constatato che l’ingresso era bloccato e serrato a chiave. Dopo aver svolto i primi accertamenti, avendo avuto modo di constatare che all’interno della casa c’era una donna che non riusciva ad aprire il portone in quanto chiuso a chiave dall’esterno, hanno deciso di forzare la porta di ingresso. All’interno hanno trovato la donna, moglie dell’uomo arrestato, in evidente stato confusionale e con evidenti segni di percosse sul volto. Insieme ai figliminori, uno di 3 anni e l’altro di 8 mesi, era stata rinchiusa in casa dal marito ed impossibilitata ad uscire.

Leggi anche:  Imbraccia un fucile da caccia e minaccia di suicidarsi, salvato dai Carabinieri

I soccorsi e l’arresto dell’uomo

La vittima è stata quindi prontamente soccorsa da personale sanitario e trasportata all’ospedale di Montichiari per le prime cure. I carabinieri hanno ricostruito la vicenda, appurando ulteriori episodi di violenza nei confronti della donna da parte del marito. L’uomo, successivamente individuato e bloccato mentre rincasava, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona e violenza privata ed in seguito tradotto presso la casa circondariale “Nerio Fischione” di Brescia. Nella mattinata di ieri si è svolta l’udienza di convalida davanti al giudice il quale ha convalidato l’arresto e disposto la custodia in carcere.

Casi simili, di violenza e di “uomini che odiano le donne“; si erano verificati anche a Palazzolo, Bornato e Roncadelle.

TORNA ALLA HOME