Già due i casi segnalati avvenuti tra ieri e questa mattina

Ladri nella Bassa prese di mira persone sole

Ladri nella Bassa. È caccia all’uomo. Il primo caso segnalato di truffa e furto è stato ieri a Pavone Mella.

Nella mattinata, poco prima di mezzogiorno i malintenzionati hanno truffato una signora anziana che vive sola. La scusa usata per poter entrare nell’abitazione è stata la contaminazione di mercurio nell’acqua potabile.

Una volta all’interno della casa i ladri le hanno sottratto oro e contanti. Pare che per facilitare l’azione utilizzino sulle vittime uno spray che stordisce. Inoltre i malintenzionati possono avvalersi di un complice che si finge un agente di Polizia Locale (finto vigile). È scattata nell’immediato l’allerta alle Forze dell’ordine.

Altro caso questa mattina

Un altro caso è avvenuto nelle prime ore della mattinata di oggi. Sempre due uomini vestiti di nero, questa volta senza finto agente di Polizia Locale, hanno cercato di entrare in casa di un’altra signora sola, residente nella frazione sangervasina denominata Casaccie, nella zona in cui è sito il vecchio mulino. Anche in questo caso i ladri hanno agito con una motivazione simile a quella pavonese, dicendo di dover scaricare delle casse di acqua. La signora è riuscita però ad opporsi e non permettere ai due malintenzionati di mettere a segno il colpo. Anche qui nell’immediato è scattata la chiamata ai Carabinieri e alla Polizia Locale.

Leggi anche:  Giovane pusher pizzicato con 18 grammi di hashish

Le forze dell’ordine sulle tracce dei ladri

I Carabinieri e il comando della Polizia Locale di Leno (quest’ultimo attivo per convenzione su entrambi i Comuni bassaioli), sono impegnati in queste e nelle prossime ore per rintracciare la banda di malviventi, che pare si muovano a bordo di una Bmw nera.

Il Comando di Polizia Locale tiene a sottolineare che non è stata autorizzata alcuna azione di controllo o di allarme simile a quella messa in scena dai ladri. Nessun agente è dunque stato mandato presso le abitazioni dei cittadini per controlli all’acqua o di varia natura.

Particolarmente toccato da quanto sta accadendo, a maggior ragione data la presenza a Pavone del Mella dell’utilizzo da parte dei ladri di un finto vigile, il Comando invita tutti i cittadini a non aprire a persone sospette e di segnalare nell’immediato quanto sta accadendo ai propri uffici o contattando i Carabinieri.

Seguiranno aggiornamenti.