La Squadra Volante ha arrestato una trentacinquenne croata con numerosi precedenti e condanne per reati contro il patrimonio.

Nel pomeriggio di martedì 22 agosto, una pattuglia della Squadra Volante è stata inviata a in via Aldo Moro, per furto in atto in un appartamento al quarto piano di un condominio.

L’attenta segnalazione

Una vicina di casa, sentendo dei rumore ha chiamato il Nue per l’intervento, restando in continuo contatto telefonico
con la Sala Operativa della Questura. Le due ladre stavano armeggiare con la serratura della porta di un appartamento. Poi, colpendo a spallate la porta, erano riuscite ad aprirla.

Una delle due donne era restata a fare il palo e una era entrata nell’appartamento per uscirne pochi minuti dopo con una borsa della spesa gialla,  vistosamente piena.

La fuga dopo il furto

All’intersezione tra via Cipro e via Aldo Moro è arrivata la Volante della Polizia; grazie alla meticolosa descrizione trasmessa via radio dalla Sala Operativa, gli agenti hanno potuto riconoscere le donne che, alla vista della Volante ancora lontana si erano date alla fuga abbandonando la borsa gialla sotto ad un portico.

Leggi anche:  Furti in appartamento: sgominata la famiglia di ladri residente in Franciacorta

Una donna è stata bloccata, l’altra ha fatto perdere le sue tracce.

La refurtiva

La donna fermata portava a tracolla una borsa al cui interno gli agenti hanno trovato due mazzette di denaro per una somma di settemila euro, di cui lei non ha saputo dire la provenienza. Nella borsa erano contenuti, inoltre, un paio di guanti neri e due collane in metallo cromato. Recuperata la borsa gialla lasciata nella fuga, i poliziotti vi hanno trovato una cassaforte a mobile, chiusa. Dalle fessure della scocca è stato possibile intravedere un ingente quantitativo di denaro contante e di assegni in essa contenuto.

I poliziotti hanno proceduto a contattare il locatario nell’appartamento teatro del furto e a restituirgli la cassaforte.

L’arresto

Dagli accertamenti è risultato che la donna, lo scorso maggio, era stata scarcerata dopo una detenzione per furto in abitazione.

Dopo aver finto un malore e, dopo aver ricevuto le cure del caso, è stata arrestata per furto in abitazione in concorso. Questa mattina è stato convalidato l’arresto e disposta la custodia cautelare in carcere di Verziano.