La sentenza: meno rumore in via Lombardia a Capriolo. Il Tar di Brescia ha dato ragione a Renato Cavalleri, che aveva fatto ricorso contro il Comune nel 2013 in merito al piano di zonizzazione acustica.

La sentenza: meno rumore in via Lombardia a Capriolo

Il Tar ha dato ragione al capriolese che nel 2013 aveva fatto ricorso contro il Comune in merito al piano di zonizzazione acustica approvato all’epoca. Il piano infatti prevedeva l’inserimento della sua e dia altre abitazioni della zona in classe VI, ovvero quella esclusivamente industriale. Renato Cavalleri, invece, ha fatto notare come in via Lombardia ci siano anche diverse abitazioni e si tratti quindi di una zona mista (classe V)

Il sindaco: ne prendiamo atto

La controversia è stata ereditata dall’Amministrazione Rigamonti. “Prendiamo atto della sentenza – ha commentato il primo cittadino di Capriolo, Luigi Vezzoli – Sentiremo il nostro legale e vedremo cosa c’è da fare”.

Meno rumore, quindi, per i residenti di via Lombardia che, da anni, si lamentano per i suoni prodotti dalle aziende limitrofe alle abitazioni.