Infarto in ferrata, muore sotto gli occhi della figlia. Colpito da un malore che non gli ha lasciato scampo: così ha perso la vita, ieri pomeriggio, Stefano Tintori, 48enne di Osio Sopra, durante una ferrata nel Parco delle Fucine, in Valsabbia nel bresciano.

Infarto in ferrata

All’improvviso, mentre stava percorrendo un tratto della ferrata numero 6, insieme alla figlia di 9 anni e due amici, ha iniziato ad accusare un malore. Così ha chiesto alla figlia di raggiungere gli amici e avvertirli della situazione. Immediato l’allarme con una chiamata alla moglie del 48enne che, insieme all’altra figlia di 13 anni, si erano fermate poco più sotto.

Inutili i soccorsi

La donna ha subito allertato il Gruppo Ferrate che ha predisposto immediatamente l’invio dei soccorsi insieme a Vigili del fuoco, soccorso alpini e carabinieri. Quando i soccorritori sono giunti, però, il 48enne era già morto. L’infarto è stato fulminante e non gli ha lasciato scampo. Il suo corpo è stato caricato sull’elisoccorso e portato a valle.

Leggi anche:  Investimento ciclista sulla Statale 45bis a Gargnano

Tintori viveva a Osio Sopra con la famiglia e lavorava a Muggiò come direttore delle vendite della Sidermes Spa.

TORNA ALLA HOME PAGE