Cocaina e hashish: sono queste le sostanze stupefacenti recuperate dai carabinieri in un’abitazione di Longhena e costate l’arresto a un operaio di 47 anni

Il blitz

L’operazione anti droga dei carabinieri della stazione di Dello si è conclusa giovedì sera e ha portato all’arresto di un operaio 47enne italiano, residente a Longhena, colto nella flagranza di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari al termine di una specifica attività info-investigativa hanno bloccato il 47enne che si era appena allontanato da un esercizio pubblico dopo aver confabulato con atteggiamento sospetto con altro individuo noto per i suoi trascorsi giudiziari. Dall’attività è scaturita una perquisizione domiciliare che si è rivelata  proficua, avvalorando gli indizi raccolti fino a quel momento nei confronti dell’indagato. Nella sua abitazione e nel  garage
sono stati infatti rinvenuti 24 grammi di cocaina confezionata in sei involucri e sei grammi di hashish in due frammenti:  tutto è stato sequestrato insieme  ad una bilancina elettronica di precisione e ad altro materiale utilizzato per il  confezionamento dello stupefacente. E’ stato inoltre rinvenuto del denaro, anch’esso sequestrato perché ritenuto provento dell’illecita attività. Il Tribunale di Brescia, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per l’imputato la misura cautelare dell’obbligo di dimora, in attesa di giudizio con udienza fissata a settembre.

Leggi anche:  Verolanuova saluta Gianfranco Nocivelli

TORNA ALLA HOME PAGE