Hafiz Muhammed Zulkifal, l’imam accusato di terrorismo, è libero.

Le accuse

Era accusato di essere stato a capo di una cellula terroristica legata ad Al Qaeda con base a Olbia e gli erano stati contestati sei diversi attentati.

Era stato arrestato nell’aprile del 2015 e condotto in carcere in via cautelare, in quanto sospettato non solo di raccogliere fondi per finanziare gli attentati ma anche di indottrinare i fedeli ai piedi delle torri. Ma ora i termini sono scaduti e l’imam di Zingonia, in provincia di Bergamo, è stato scarcerato.

TUTTI I DETTAGLI SULLE ACCUSE

Termini scaduti

LEGGI ANCHE: Il consigliere regionale Epis chiede che venga chiusa la moschea abusiva di Orzinuovi

Dal 2015 non si è ancora arrivati alla sentenza di primo grado e i termini per la custodia cautelare in carcere sono scaduti e il tribunale di Sassari ha disposto la scarcerazione.

L’uomo tornerà in provincia di Bergamo dove il giudice ha disposto l’obbligo di dimora e il divieto di uscire di casa dalle 20 alle 7, oltre all’obbligo di firma in caserma. Nel frattempo il processo andrà avanti.

Leggi anche:  Incidente mortale a Verolanuova: perdono la vita due ciclisti

LEGGI ANCHE: Imam radicale: espulso egiziano da tempo nella comunità della bassa bresciana