Il turista tedesco disperso nel lago da sabato è stato ritrovato ieri (lunedì 15 luglio) e sta bene.

Maik Deiderich, 42enne di Amburgo dopo tre giorni di ricerche è tornato a casa da solo  nel residence di via della Molaria a Manerba del Garda dove stava trascorrendo le vacanze in compagnia della famiglia. Da ieri, inoltre, a raggiungerli i genitori e le sorelle giunti direttamente dalla Germania. La segnalazione è arrivata nella serata di ieri intorno alle 21.30.

L’uomo avrebbe confessato ai militari giunti sul posto di non ricordare nulla dell’accaduto, sarebbe stato infatti colto da amnesia. Sabato stava nuotando a dorso poco lontano dalla spiaggia della Romantica. Probabilmente l’amnesia risulta essere conseguenza di una botta causata da un tuffo che lo ha portato a sbattere contro una roccia e a perdere i sensi. Ciò lo ha portato a vagare per un paio di giorni prima di ritrovare la via di casa.

Le ricerche

Le ricerche non hanno conosciuto battuta d’arresto, sono infatti andate avanti  anche per tutta la giornata di domenica 14 luglio, sotto il coordinamento della Sala Operativa della Guardia Costiera del Garda, dalle prime luci dell’alba sino al tramonto, le attività di Search and Rescue impegnando rispettivamente il battello GC B98, la motovedetta CP 703 ed il battello veloce Zodiac GC A58 che hanno effettuato le ricerche di superficie contestualmente alle ricerche subacquee eseguite con l’intervento del battello Victor 4 dei Vigili del Fuoco di Brescia mediante inoltre l’impiego dei sommozzatori del nucleo di Bologna ed infine con l’ausilio del sonar della motovedetta Volga 2026 del Nucleo Sommozzatori dei Volontari del Garda e di altri due operatori subacquei.

Leggi anche:  Flero saluta Paolo Faverzani

TORNA ALLA HOMEPAGE