Il Tar boccia la sospensiva richiesta dalla Pro loco: i lavori della piastra polivalente continueranno.

Bocciata la sospensiva

Nulla osta del Tar al prosieguo dei lavori al Parco Azzano d’Italia su cui fino alla scorsa settimana pendeva la sospensiva richiesta dalla Pro Loco. Le operazioni per la realizzazione della piastra polivalente potranno dunque procedere in serenità, in attesa della sentenza definitiva dei giudici amministrativi. Oggetto del contenzioso la casetta all’interno dell’area verde, utilizzata dal 2013 come sede del sodalizio, che l’Amministrazione ha deciso di «trasformare» in un deposito attrezzi al servizio della futura piastra polivalente, essendo la struttura «già individuata come strumentale all’impianto».

L’articolo completo sul Manerbio Week in edicola da venerdì 19 aprile

TORNA ALLA HOME PAGE