Una distribuzione di incarichi e progettualità specifiche ai consiglieri comunali, così che l’amministrazione della cosa pubblica sia pratica davvero diffusa e inclusiva e si possano ottimizzare tutte le risorse interne alla compagine di governo della città.

Il sindaco di Chiari affida gli incarichi ai consiglieri

Anche per il suo secondo mandato il sindaco Massimo Vizzardi ha deciso di conferire specifici obiettivi a otto diversi consiglieri eletti nella recente tornata elettorale. Infatti, questo sistema già attuato con successo nel precedente quinquennio permette di far fronte a due aspetti che ogni buon amministratore non può non tenere in conto.

Il primo riguarda la limitazione di legge prevista per il numero di assessori che, per Comuni come Chiari, non possono essere più di cinque: ciò significa che (includendo anche il sindaco), solo sei amministratori dovrebbero far capo a numerose e complesse esigenze, soprattutto in un momento storico come questo. In questo senso, affidare incarichi e progetti specifici ai consiglieri significa ottimizzare le risorse e distribuire in maniera intelligente le questioni da affrontare, permettendo al tempo stesso alla cittadinanza di avere più specifici referenti sul territorio su cui fare affidamento.

In secondo luogo, incaricare i singoli consiglieri di precisi obiettivi significa permettere agli stessi di esplicare e maturare la loro esperienza nel ruolo di amministratori, accrescendo le proprie competenze e avviando quel naturale processo fisiologico di ricambio e rigenerazione che è sintomo di lungimiranza politica. Basti pensare ai casi delle neo assessore Chiara Facchetti e Vittoria Foglia, precedentemente consigliere comunali e oggi entrate in Giunta grazie al percorso fatto nel precedente mandato.

Le deleghe

Nel caso specifico dell’attuale compagine, il sindaco ha affidato alla neo presidente del Consiglio Laura Capitanio l’incarico di occuparsi delle Politiche per la Valorizzazione di Villa Mazzotti e del suo Parco, mentre l’ex presidente Alessandro Gozzini è stato incaricato di proseguire le Politiche di Gestione e Riqualificazione Campo santo, oltre a occuparsi delle Politiche di Relazioni con e tra Associazioni di Volontariato.

Leggi anche:  Vandali in azione nel parcheggio sotto la scuola

Anche a Giovanna Vertua sono stati affidati incarichi in continuità con il precedente mandato, ovvero il Progetto CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi) e i Progetti con la Scuola sui temi di Educazione civica, Educazione stradale, Legalità. A Cristian Vezzoli, invece, ora che ha brillantemente concluso il suo lavoro per la riqualificazione di tutti i parchi cittadini, sono state assegnate le Politiche per i Rapporti con le Associazioni e le Società Sportive del territorio.

Tra i consiglieri che si trovano al loro primo mandato elettorale, Rachele Baresi è stata incaricata delle Politiche di Relazione con le Associazioni e Gruppi di cittadini stranieri sul territorio comunale; mentre Ludovico Goffi è stato incaricato delle Politiche ai Rapporti con le Quadre e dei Progetti di Riduzione delle Barriere architettoniche sul territorio comunale.

Michela Martinazzi ha ricevuto l’incarico sia alle Politiche di Valorizzazione del Centro cittadino, per l’animazione dello stesso con eventi e spettacoli, nonché per il miglioramento della vivibilità con la posa arredi e essenze arboree, sia alla Promozione di Progetti di rafforzamento dei legami tra Scuola e Sport: in particolare, l’Amministrazione punta a promuovere nuove azioni e progetti che rafforzino il rapporto tra scuola e attività sportive anche attraverso la creazione di gare e tornei, e l’eventuale ideazione dei «Giochi della Gioventù» clarensi. Infine, Simone Riccardi ha ricevuto l’incarico del Progetto di Ampliamento delle Aree boschive presenti sul territorio e la Redazione del progetto Area Feste comunale.

Il commento del sindaco

«Siamo soddisfatti di quanto raggiunto dai nostri consiglieri comunali in passato e siamo certi che l’assegnazione di incarichi e progetti specifici a diverse risorse sia assolutamente un modus operandi ottimale tanto per l’Amministrazione, quanto per l’intera cittadinanza – ha commentato il sindaco Massimo Vizzardi – Siamo certi che ogni consigliere sarà all’altezza del proprio compito e invitiamo i cittadini a dialogare e confrontarsi con i consiglieri stessi, nell’ottica di reciprocità e trasparenza che da sempre ci caratterizza».

Domani l’articolo sull’edizione di ChiariWeek in edicola.

TORNA ALLA HOME