Il medico sbaglia diagnosi e non chiede scusa, parte la denuncia.

Il caso

Il 20 ottobre Vittoria Scalmana, 17 anni appena compiuti, dovrà sottoporsi a un delicato intervento. Un intervento che si sarebbe potuto evitare. Un ulteriore ostacolo per la giovane affetta da una malattia genetica rara, la sindrome di Rett. Numerosi i colloqui con i rispettivi direttori sanitari e la famiglia per fare chiarezza. Ma non tutti hanno mostrato la stessa sensibilità. Chi ha commesso lo sbaglio «non ha avuto l’umiltà di chiedere scusa atteggiandosi ad un comportamento altero e sbrigativo». Cosa che ha spinto la famiglia a sporgere denuncia con richiesta di risarcimento. L’articolo completo in edicola con MontichiariWeek.

TORNA ALLA HOME