Il centro islamico di Manerbio apre per il Ramadan. La Lega Nord torna all’attacco.

Polemica sul centro islamico

Il capannone in via Toscana, di proprietà dell’associazione culturale Chorouk, ha aperto per il Ramadan.  Una soluzione provvisoria (avendo ottenuto l’agibilità, all’edificio come da regolamento può essere utilizzato per novanta giorni) che ha rispolverato la polemica fra chi, come il consigliere della Lega Nord Ferruccio Casaro impugnando la legge regionale si oppone alla «moschea travestita da centro islamico» e chi, come il sindaco Samuele Alghisi, rimarcando la differenza tra «l’essere un luogo di culto e un luogo in cui si esercita anche il diritto alla preghiera» ha assicurato la liceità dell’attività svolta nel capannone.

L’articolo completo sul Manerbio Week in edicola da venerdì 10 maggio.

TORNA ALLA HOME PAGE