I saluti della famiglia a Eugenio Fata. Il 60enne che lavorava per l’azienda Monteverdi di Carpenedolo è morto tragicamente lunedì 26 marzo, investito accidentalmente da un suo collega impegnato nella manovra di retromarcia. I funerali lunedì 2 aprile, a cui hanno partecipato moltissime persone.

Una morte tragica

Eugenio Fata, di origini calabresi, ma residente da anni a Solferino, è morto tragicamente lunedì 26 marzo al porto di Genova. Il sessantenne lavorava come autista per la ditta Monteverdi di Carpenedolo. Il suo collega, impegnato nella manovra di retromarcia, lo ha investito senza accorgersene. Eugenio ha lasciato così la moglie Eva e la figlia Cristina.

I saluti della famiglia

L’amata figlia Cristina Fata ha letto pubblicamente, durante il funerale, il pensiero scritto da lei stessa: «Sei e sarai sempre un grande esempio di vita per me. Sei il mio angelo speciale, papino».

L’approfondimento su Montichiariweek, in edicola venerdì.