Ha aggredito i carabinieri che lo avevano fermato per un controllo, trovandolo in evidente stato d’ ebbrezza dovuto all’alcool. Per questo un ventenne è stato arrestato e condotto in Tribunale.

Guida ubriaco e aggredisce i carabinieri

E’ successo ieri sera. Il ragazzo, un ventenne originario di Brescia, era stato fermato durante una serie di attuati dai militari della Compagnia di Verolanuova sulla circolazione stradale con particolare attenzione al fenomeno del consumo di stupefacenti ed alla guida in stato di ebbrezza, che da venerdì a oggi hanno portato al ritiro di ben sei licenze di guida. Una volta appurato che il tasso alcolemico del conducente superava abbondantemente il limite imposto dalla legge (era infatti pari a 3.1), i carabinieri hanno predisposto il ritiro della patente, scatenando però l’ira del giovane. Evidentemente alterato, il ragazzi si è scagliato contro i militari operanti, che non hanno potuto far altro che immobilizzarlo e trarlo in arresto.

Stamane, quando i fumi dell’alcool sono svaniti, il ragazzo si è scusato davanti al Gip di Brescia, che ha convalidato l’arresto e disposto la liberazione in attesa del processo.

Leggi anche:  Bloccato in stazione latitante moldavo ricercato per omicidio

Arrestato un moldavo

Duranti i controlli i militari hanno fermato anche uno straniero moldavo senza fissa dimora, incensurato. Portato nella caserma della Compagnia di Verolanuova per l’identificazione, all’interno della sala d’attesa l’uomo ha dato in escandescenza rompendo vetri e suppellettili. Al termine dell’ira è stato chiuso nella camera di sicurezza in stato di arresto per danneggiamento aggravato di materiale della pubblica amministrazione. L’arresto è stato convalidato stamattina dal Gip di Brescia: il soggetto verrà a breve espulso dall’Italia.

TORNA ALLA HOME PAGE